E’ ripreso a Perugia il processo di appello a Raffaele Sollecito e ad Amanda Knox per l’omicidio di Meredith Kercher uccisa il 1° novembre 2007 in circostanze tuttora non chiare. La procura generale che rappresenta l’accusa ha chiesto di poter produrre i documenti relativi ai ”controlli negativi” eseguiti dalla polizia scientifica nelle analisi sulle tracce di Dna. Le difese si sono invece opposte e i giudici si sono riservati di decidere. Ora per i due imputati, condannati in primo grado rispettivamente a 25 e 26 anni di reclusione, crescono le speranze di ritornare ad una vita normale.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: