Published On: Gio, Set 29th, 2011

Dimissioni del primo cittadino: la reazione dei politici

Share This
Tags

Riportiamo di seguito le prime reazioni dei politici parmigiani all’indomani delle dimissioni del primo cittadino Pietro Vignali.

Mauro Nuzzo – Movimento 5 stelle: “Han staccato la spina da Vignali quelli che hanno costruito e certificato l’impianto elettrico della casa municipale e della città, come se questo bastasse per sfuggire alle loro responsabilità di progettisti e curatori. Non una parola di pubblica solidarietà dagli amici nel momento del distacco, semmai un aperitivo senza di lui in via Farini per ristorarsi un po’. Così il Pdl di Parma saluta la sua lunga presenza “civica” tra le mura di P.za Garibaldi, con Ubaldi prima e con il povero Pietro poi. Pietro porta il peso e mette il viso ma il problema non può essere ovviamente il solo Pietro Vignali, basti pensare che pochi giorni fa tutti i capigruppo presenti in Comune con in capo il presidente Ubaldi hanno detto no alla richiesta di referendum presentato sull’Inceneritore. Avrebbero dovuto a nostro avviso cercare il modo, insieme al Comitato referendario, di permettere alla città una consultazione sul tema, invece tutti dalla Guarnieri ad Ablondi passando per Buzzi e Iotti hanno detto che no, non era il caso che la città si esprimesse. La stessa cosa accadde per la metropolitana, caro Pietro, ( e caro Ubaldi e cara Guarnieri…) anche allora fu chiesto un referendum ma trovaste il modo di impedire che la città si esprimesse. Parma probabilmente avrebbe utilizzato il buon senso minimo e avrebbe fermato quel progetto inappropriato. Voi invece avete speso circa 12 milioni nostri attraverso Metro spa, e ci toccherà di pagare l’indennizzo dovuto alla ditta vincitrice dell’appalto che dicono si possa aggirare attorno a 30 di milioni. Nella sua lettera racconta solo un parte della storia quella che le conviene mentre anche la Metro va guardata nella sua interezza e lei si sofferma solo sull’ultima carrozza, la sua.  I viaggiatori dei suoi treni e ovvio che hanno condiviso l’ambiente e il viaggio, ognuno a modo suo. Ci auguriamo che tutti lo abbiano fatto con onestà ma si ha la sensazione che il campo possa essere infestato. Mentre Parma è in movimento, si informa e partecipa, e la città cresce”.

Paola Zilli – Italia dei Valori: “Finalmente, dopo mesi di agonia, dopo aver lasciato la città appesa ad un filo, il sindaco Vignali, non avendo più la maggioranza, non ha potuto fare altro che dimettersi. Noi dell’Italia dei Valori non abbiamo mai smesso di chiedere le dimissioni al primo cittadino, dal caso Tep-MB e le prime indagini della Guardia di Finanza, all’arresto dell’assessore
Bernini. Nel frattempo, pur non essendo in consiglio comunale, abbiamo portato avanti le nostre proposte, le nostre richieste e le nostre idee, inascoltate da una giunta sorda e che pensava, come sempre abbiamo denunciato, ai propri affari. Oggi la città ha una nuova sfida di fronte a sé: rinascere dopo anni di mala gestione, dopo una barbara cementificazione e speculazioni che hanno distrutto l’assetto cittadino. Ora che questo incubo chiamato Giunta Vignali è finito inizia la fase più difficile, la rinascita di una città soffocata dai debiti. Una sfida che noi siamo pronti a raccogliere, assumendoci questa grande responsabilità.”

Matteo Agoletti – UDC: “In merito alle dimissioni del sindaco Pietro Vignali l’Udc di Parma, insieme al gruppo consiliare, esprime apprezzamento per il gesto del primo cittadino che va nella direzione più utile per la città, indotto in questa difficile fase anche grazie al nostro atteggiamento. Meno tensioni e il raggiungimento della “pacificazione” sociale crediamo, infatti, siano premessa indispensabile per la ripartenza e il futuro di Parma. Questo consente alla città di aprire una fase nuova e di riflettere con la necessaria serenità sulle prospettive e sulle opportunità politiche ed amministrative che dovranno da qui alle vicine elezioni essere elaborate dalle forze sociali e politiche. Comincia quindi un periodo importante e delicato per la nostra città, dove riteniamo occorra ragionevolezza, moderazione e buon senso, nel  quale il nostro impegno e il nostro contributo non verranno mai meno”.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette