Un’applicazione per iPhone permetteva agli utenti di scoprire se celebrità e personaggi famosi fossero o meno di religione ebraica. L’App aveva scatenato una valanga di critiche da parte delle associazioni anti-razzismo che l’avevano contestata sostenendo che fosse illegale. In Francia e’ infatti vietato rendere pubbliche informazioni sull’appartenenza religiosa senza autorizzazione, un reato punibile con multe fino a 300mila euro e 5 anni di carcere.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: