La Fiat conferma i target per il 2011, con un utile netto di circa 1,7 miliardi di euro. In una presentazione alla comunità finanziaria a Londra, l’ad Sergio Marchionne ha confermato infatti la guidance per l’anno in corso, con Chrysler che contribuisce ai risultati consolidati del gruppo da giugno in poi.
I ricavi – ha spiegato Marchionne – a fine anno sono stimati a circa 58 miliardi, mentre l’utile dalla gestione ordinaria sarà intorno a 2,1 miliardi. Il debito industriale netto del gruppo, invece, è atteso in un range tra 5 e 5,5 miliardi, con una liquidità sui 18 miliardi. Per il 2014 il gruppo Fiat raggiungerà il break-even delle attività industriali in Europa. Il Lingotto, ha spiegato l’ad in una slide, punta a «ricostruire un sistema industriale sostenibile con l’obiettivo finale» per le attività europee del break-even entro il 2014.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: