Sarà possibile licenziare senza giusta causa se il sindacato aziendale è d’accordo. È  quanto previsto da un emendamento alla manovra presentato dalla maggioranza e approvato in Commissione Bilancio del Senato. Le intese sottoscritte a livello aziendale potranno così derogare le leggi sul licenziamento contenute nei contratti nazionali.

Ciò ha determinato l’immediata reazione della Cgil. Per Susanna Camusso infatti “le modifiche volute dalla maggioranza di governo all’articolo 8 indicano la volontà di annullare il contratto collettivo nazionale di lavoro e di cancellare lo Statuto dei lavoratori, e non solo l’articolo 18, in violazione dell’articolo 39 della Costituzione e di tutti i principi di uguaglianza sul lavoro che la Costituzione stessa richiama”.

2 Commenti

    si si tra qualche anno ci allineamo con la cina,india,pakistan piano piano ci arriveremo.no problem

    cazz cazz pilu pilu e noi stiamo ancora a credere a questi mafiosi di roma,questi ci preparano ad una guerra civile.o sbaglio io piccolo operaio che mi sveno a lavorare x 1000 euro ma sapete che si fa con 1000 euri

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: