Il consigliere Pd Matteo Caselli ha depositato ieri un’ interrogazione in cui solleva la questione relativa alle presunte contravvenzioni ai danni di un autovettura in uso alla Fondazione Teatro Regio che non permetterebbe al Comune di riscuotere il rimborso Iva. “Un noto settimanale locale -afferma il Consigliere Comunale del Pd – ha riportato venerdì scorso la notizia che sia stata recapitata alla Fondazione Teatro Regio “una richiesta di pagamento per la cifra di 8000 € , il risultato di una serie di contravvenzioni da imputarsi alla guida (..) del Soprintendente..”. Sempre sulle pagine di questo settimanale si legge che “l’arrivo di quella cartella esattoriale ha infatti congelato un rimborso IVA che la Fondazione Teatro Regio stava aspettando come manna dal cielo dallo Stato per un importo di 500.000 €..”. Nel sopracitato articolo si afferma che al Regio sono in corso approfondimenti per verificare a chi spetta il pagamento di tali somme. Ad oggi, tali indiscrezioni di stampa non sono ancora state smentite. E’ di tutta evidenza che su tale vicenda occorre una parola di chiarezza da parte del Sindaco . Per questo chiedo al Sindaco di Parma sia come Primo cittadino di Parma, sia nella sua qualità di Presidente della Fondazione Teatro Regio, di attestare ufficialmente se tale vicenda corrisponde effettivamente al vero; se è vero che è stato congelato il rimborso IVA di 500.000 € perché non è stata ancora pagata la cartella esattoriale relativa alle contravvenzioni;se è vero che la cartella esattoriale relativa alle contravvenzioni ammonta a 8000 €. Inoltre chiedo- conclude Caselli- di sapere qual è l’autovettura della Fondazione indicata nelle contravvenzioni e chi è l’abituale utilizzatore dell’autovettura in questione.”

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: