“Ho fatto tutti i passi indietro doverosi, necessari a scindere nettamente la mia vicenda da quella del Pd, compresa l’autosospensione e questo senza attendere la decisione del partito, questo per potermi difendere meglio ed evitare problemi e imbarazzi al Pd stesso. Ribadisco che sono estraneo ai fatti che mi sono contestati e sono certo che il corso della giustizia lo dimostrerà”. Lo sostiene, in una nota, l’ex presidente della Provincia di Milano Filippo Penati, sospeso oggi dal Pd dopo il suo coinvolgimento nell’inchiesta sulle presunte tangenti per l’ex area Falck di Sesto San Giovanni.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: