I ricordi o le mappa mentali di un luogo sono inseriti ciascuno in un pacchetto (o registrazione) da 125 millisecondi. Secondo gli scienziati norvegesi diretti da May-Britt Moser e Edvard Moser del Kavli Institute for Systems Neuroscience dell’universita’ norvegese di scienza e tecnologia, e’ grazie a questa capacita’ cerebrale che, per esempio, quando ci svegliamo di soprassalto riusciamo, salvo rare eccezioni, a riconoscere subito il luogo in cui siamo, perche’ il cervello e’ pronto a ‘srotolare’ la mappa mentale della stanza.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: