Con l’accusa di aver truffato l’Inps per un importo di circa 2 milioni di euro, i carabinieri del comando provinciale di Palermo hanno arrestato stamani cinque persone. Le indagini dell’Arma che hanno portato all’operazione, denominata “Identità nascoste”, erano iniziate nel 2009, ed hanno consentito di smantellare un sistema che prevedeva l’acquisizione, da parte degli arrestati, dei dati anagrafici dei legittimi titolari. Gli indagati, in particolare, ricavavano le informazioni dalle comunicazioni di emissione di bonifici inviate dall’Inps. Successivamente, tramite persone vicine all’organizzazione che si servivano di documenti falsi, gli assegni venivano ritirati tranquillamente presso le agenzie postali e gli istituti di credito. Uno dei cinque arrestati si trovava già in carcere, per altri reati, e l’ordinanza è stata notificata in cella.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: