L’educazione alimentare diventerà materia di studio. Dopo un fase pilota in cui sono state coinvolte diverse scuole in tutta Italia, il progetto da genaio 2012 diventa “programma strutturato” su base nazionale col nome “Salute e Cibo. Piani di educazione scolastica alimentare”, nato sul protocollo d’intesa firmato da Federalimentare e dal Ministero dell’Istruzione. Tra i banchi dunque si studieranno i tempi e modi di assunzione dei cibi, il loro apporto calorico, i processi dei prodotti agricoli e così via.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: