La procura di Brasilia ha chiesto l’annullamento del visto permanente concesso a Battisti e la sua immediata espulsione in Francia, Messico, o in qualunque altro paese “accetti di riceverlo”. Ma dal Supremo tribunale federale, che lo ha scarcerato nel giugno scorso, è arrivata, immediata, una reazione stizzita: “Battisti è in Brasile per una decisione sovrana – ha detto il giudice Marco Aurelio Mello – non credo possa essere sottoposto ad una nuova via cricis”. Si apre così un altro capitolo nella lunga vicenda giudiziaria dell’ex terrorista dei Pac, libero da quattro mesi.

Articolo Precedente

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: