Anche Tanara torna in libertà. All’imprenditore coinvolto nel sistema di corruttele legato all’assessore Bernini infatti sono stati revocati gli arresti dal tribunale del Riesame di Bologna al quale i legali di Tanara aveva presentato ricorso. Tanara, amministratore unico della Multiservizi di proprietà del gruppo Copra di Piacenza che gestisce in appalto alcune mense del Comune di Parma era stato accusato di corruzione per aver pagato 8mila euro all’assessore ai servizi scolastici Bernini al fine di garantirsi l’aggiudicazione del bando e domani sarà nuovamente ascoltato in Procura. Ad oggi degli attori coinvolti in questa inchiesta restano in carcere l’assessore Bernini ed il suo braccio destro Signorini.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: