Ha acquistato un “Mimmo Rotella” del valore di 30mila euro, dopo di che ha avuto l’atroce sospetto che l’opera fosse in realtà un falso. Un falso ben ri­prodotto, ma sempre e co­munque un falso. Ecco per­ché, ieri mattina, Flavio Briatore si è presentato in Procura, a Torino.  Ha chiacchierato a lungo di quell’atroce sospetto con il sostituto procuratore Giu­seppe Ferrando, il magi­strato che sulla vicenda ha nel frattempo aperto un fa­scicolo d’indagine e avvia­to un’inchiesta.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: