Published On: Lun, Nov 7th, 2011

Po, continua il monitoraggio di Provincia e Comuni

Share This
Tags

Parma, 7 novembre 2011 – E’ dalla sede del Coordinamento provinciale della Protezione Civile che verrà monitorata in queste ore la situazione del livello del Po e dei suoi affluenti fino all’esaurimento della piena. Nella sede di via del Taglio a Parma alle 12 di oggi si terrà la riunione, indetta dal presidente della Provincia di Parma Vincenzo Bernazzoli, dell’Unità di crisi con i rappresentanti dei Comuni rivieraschi, della Prefettura, Vigili del Fuoco, Aipo, Servizio tecnico di bacino oltre al Coordinamento volontari della Protezione civile.  Già questa mattina l’assessore provinciale Andrea Fellini con il Servizio provinciale di Protezione Civile ha svolto un sopralluogo a Polesine e nelle zone rivierasche dove l’onda di piena è attesa presumibilmente per la notte. La variabile sui dati e l’ora di arrivo nelle nostre zone è infatti determinata dalla portata degli affluenti. “ Tutti i comuni stanno continuando il monitoraggio soprattutto nelle zone golenali ed è di questa mattina la comunicazione dell’Agenzia regionale di Protezione Civile di procedere con lo sgombro delle arre golenali aperte – dice Fellini – alle 9,30 di questa mattina a Ponte Becca nel padovano il livello era di 3,83 di poco superiore al 1° livello e al di sotto dei 4metri e 50 che fissano il livello di guardia e attenzione. E’ un dato confortante perché quel rilievo è effettuato dopo la confluenza col Ticino”. A Piacenza il Po è salito a 5,92, superando il primo livello (5) e toccando il secondo, quello di preallarme fissato a 6 metri. A Isola Pescaroli invece le acque sono arrivate  a 13,77 metri, il livello due è fissato a 14 metri e la massima piena storica ha raggiunto i 17 metri.
Fino ad ora nel Parmense le piogge e i temporali caduti in questi due giorni sono stati sottocontrollo e al servizio provinciale non sono arrivate segnalazioni di situazioni di emergenza. Alle 12 si farà anche il punto sullo stato del territorio, oltre che sull’evoluzione della piena del Po.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dall'11-11 al 24-11-20





Video Zerosette