Il rischio è quello di poter sviluppare tumori. Per questo, in Francia 30.000 donne che hanno avuto impiantata una protesi al seno di tipo Pip sono state richiamate dalle autorità sanitarie per rimuovere le protesi incriminate che, benchè fuori dal mercato da circa due anni, fanno paura pure in Italia. Sarebbero infatti circa 4-5 mila le donne che nel nostro Paese hanno una protesi di questo tipo.

E se in Francia l’allarme cresce – le donne interessate dovranno rimuovere le protesi prima del fine settimana – il ministro della Salute Renato Balduzzi, alla luce dei fatti, ha convocato d’urgenza il Consiglio superiore di sanità per un parere. La riunione fissata per domani, giovedì 22 dicembre alle 11. Lo rende noto un comunicato del ministero della Salute. L’esame del Consiglio si baserà sugli studi già realizzati nei mesi e negli anni precedenti dall’Istituto Superiore di Sanità.

“La situazione sui possibili rischi per la salute connessi all’impianto delle protesi ‘Pip’ segnalati dalle autorità francesi – si legge in una nota – è tenuta sotto controllo dal ministero che ha convocato il Consiglio superiore di sanità giovedi’ prossimo alle 11. L’esame del Consiglio si baserà sugli studi già realizzati nei mesi e negli anni precedenti dall’Istituto superiore di sanità”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: