Proseguono le tensioni tra manifestanti e forze dell’ordine in Val di Susa con blocchi e sgomberi dalle sedi stradali. Nel pomeriggio, i manifestanti hanno bloccato la statale 24 del Monginevro all’altezza di San Giorio (To) con delle barricate. Blocchi anche sulla statale 25 della Val Susa e sull’autostrada A32 Torino-Bardonecchia all’altezza dello svincolo di Chianocco dove, dopo che si sono allontanate le forze dell’ordine che avevano inizialmente sgomberato la sede stradale, i militanti sono tornati a occupare la carreggiata. Per allontanare i manifestanti sull’A32, le forze dell’ordine hanno utilizzato gli idranti e i militanti hanno risposto dando fuoco ad alcuni detriti e lanciando oggetti in direzione delle forze dell’ordine. Durante lo sgombero delle circa 300 persone presenti, un equipaggio dei vigili del fuoco intervenuto per spegnere gli incendi è stato bersagliato “da una sassaiola” così come gli agenti intervenuti. Manifestanti ‘No Tav’ in azione anche a Lecce. Una ventina di attivisti hanno bloccato, per meno di un’ora, la partenza dalla stazione di Lecce del treno Frecciargento diretto a Roma. Tensioni si erano registrate anche nella notte in Val di Susa in occasione del cambio turno delle forze dell’ordine poste a presidio dell’area di cantiere. Intanto restano stabili le condizioni di Luca Abbà, il militante no Tav rimasto folgorato ieri mentre si trovava su un traliccio dell’alta tensione. Il giovane, che ha trascorso una notte tranquilla, è sempre sedato, ventilato e con supporto della funzione cardiocircolatoria.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: