Published On: Mer, Feb 29th, 2012

Il Pcl risponde alla Roberti: “Noi la pregiudiziale comunista non la subiamo, la imponiamo”

Share This
Tags

Di seguito il comunicato stampa del comitato che appoggia Liliana Spaggiari, candidata sindaco del Pcl, in risposta alla lettera pubblicata da Parma Bene Comune nei giorni scorsi (che trovate qui sotto, subito dopo il comunicato del Pcl)

“Abbiamo letto la lettera della candidata Roberti con un misto di ilarità e commiserazione. Troviamo difatti stucchevole che questa persona si dichiari intenzionata a ricercare l’unità della Sinistra. Se da un lato infatti questo smarrito e confuso Cartello Elettorale si dichiara contro il pagamento del Debito, dall’altro trova naturale ed auspicabile il dialogo con quelle forze che loro dichiarano di Sinistra (Sel? IdV? Ma davvero???) che sostengono un Governo (Monti) dei Banchieri. Noi li consideriamo consequenzialmente collusi in quegli attacchi all’ Articolo 18 che cosi potentemente vengono perpetrati da questo Governo. In un’ottica di agguati continui ai Diritti Civili dell’Essere Umano (ancor prima di essere Lavoratori) a noi sembra palese che rispetto a Monti si stia o di qua o di la…nessun dialogo con le forze Borghesi, che percepiamo per quello che sono: i poliziotti buoni da votare alle Elezioni. I “Borghesi dal volto umano” che conducono le frange più riottose al progetto Bernazzoliano-
Bersaniano. E se questo è vero, i Compagni di Rifondazione ci paiono confusi e frastornati, vittime della loro mancanza di coraggio politico, di cui la scelta elettorale non è che una conseguenza: li guardiamo con paziente tenerezza. Il Partito Comunista dei Lavoratori si è sempre dichiarato disponibile al dialogo con le altre forze Comuniste ed Antagoniste, ma a formare una Lista ed un Progetto Politico Comunista, cui i cosiddetti Civici, se lo ritengono opportuno, possono accodarsi. Abbiamo guardato con una certa nausea lo spettacolo osceno offerto in occasione della presentazione della signora Roberti, con un palco in nessun modo occupato da un Comunista. Con una Paola Varesi che viene chiamata a fare un breve intervento dal sottopalco, quasi a non voler mostrare troppo “rosso” alla platea: disgustoso! Noi del Partito Comunista dei Lavoratori intendiamo perseguire politicamente l’intera “filiera del male” capitalistica, e quindi la riappropriazione proletaria dei luoghi di lavoro, la cancellazione di tutti gli sfratti esecutivi anche per morosità, il rigetto completo e senza modulazione del Debito, anche e soprattutto attraverso la persecuzione giudiziaria di tutti quegli elementi che hanno agito al fine di creare questo Stato Sociale. Elementi che, va detto, sono talmente privi di dignità e capacità di arrossire, da ripresentarsi alle Elezioni in massa dichiarandosi innamorati di Parma, ed essendone invece gli stupratori.
In un’ottica di costituzione di una Lista Comunista non avremmo avuto particolari problemi a sostenere ben altri programmi e ben altre persone. Parliamo di Candidature Operaie e realmente Proletarie, come un Davide Ledda (operaio CFT) o un Andrea Davolo, da sempre coinvolto nelle politiche di integrazione dei Migranti. Cioè gente Comunista, e riconosciuta come tale. Sottolineiamo che i citati non sono nemmeno in contatto diretto con noi, e che vengono indicati esclusivamente per spiegare con chiarezza, ai Compagni ed ai Cittadini in generale, cosa intendiamo noi per Candidato Comunista. Abbiamo quindi poco da dire a quell’accozzaglia di trombati del Popolo Viola, di Grillini mancati e di Sindacalisti marginalizzati in CGIL che costituiscono l’ossatura elettorale della Lista della candidata Roberti.
Sono altri i contenuti, sono altri i volti: noi andiamo in scontro frontale al Sistema, e non ci vergogniamo di chiamarci Compagni. Noi la pregiudiziale Comunista non la subiamo, la imponiamo!”

Comitato Liliana Spaggiari Sindaco

LA PRECEDENTE LETTERA DELLA ROBERTI

Accogliamo con grande piacere la dichiarazione, apparsa sulla stampa locale oggi, della segretaria provinciale di SEL Federica Barbacini – si legge nel comunicato di Parma Bene Comune e del Partito della Rifondazione Comunista – in merito ai numerosi punti di intesa che esistono con la coalizione guidata da Roberta Roberti, in termini di obiettivi e di programma per il governo della città”.

Il dialogo e i contatti con i movimenti ducali di sinistra sono punti centrali per presentare “una forte coalizione di sinistra”, solo in questo modo “si potranno sconfiggere – continua il comunicato – le forze di centro-destra che hanno governato in questi ultimi 13 anni la nostra città e che hanno prodotto il disastro economico, le inchieste giudiziarie, gli arresti e il successivo commissariamento del nostro Comune”.

Dallo scorso ottobre stiamo cercando insistentemente questo dialogo. Per questo restiamo sconcertati e rattristati dal fatto che proprio da partiti che abbiamo più volte contattato per un progetto comune (e che dovrebbero rendersi conto dell’impossibilità di costruire un’alternativa di sinistra con Bernazzoli) ora venga l’accusa di voler dividere l’elettorato di sinistra o, ancor peggio, di non volersi impegnare in una pratica di governo”.

Il comunicato conclude riprendendo la parole della Roberti nella sua ‘Lettera aperta alla mia città: “Ancora non rinuncio a sperare che ciò possa verificarsi: la disponibilità al dialogo, da parte mia e di Parma Bene Comune, è assoluta, tanto che saremmo pronti a rinunciare al nostro candidato sindaco in caso dovesse verificarsi un’ampia convergenza di forze su un programma politico condiviso e si dovesse optare per una diversa candidatura. Non abbiamo mai inteso l’azione politica come protagonismo personalistico. Per questo ribadiamo la nostra piena volontà di fungere da stimolo per il realizzarsi di un fronte ampio e unitario dell’alternativa per Parma”

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette