Published On: Gio, Feb 9th, 2012

L’INTERVISTA – Villani: “Ora puntiamo alle alleanze di centro”

Share This
Tags

di Salvo Taranto

Quale eredità lascia ad un partito che ha scelto per la prima volta la propria guida?

Penso che indubbiamente sia cresciuta una classe dirigente fatta di molti giovani che hanno assunto responsabilità nelle amminsitrazioni e che da oggi dedicheranno un pò del loro tempo e della loro passione all’organizzazione della linea politica del partito: questo è il dato più significativo. Abbiamo giovani assessori e consiglieri comunali e questo ci conforta per il percorso futuro del Popolo delle Libertà. Credo sia significativo che nelle ultime tornate abbiamo vinto in amministrazioni importanti, come nella Bassa est, dove abbiamo conquistato le due città più importanti. Penso anche che ci sia davvero molto lavoro da fare e ci debba essere un’assunzione di responsabilità, anche nel partito, fra tutti coloro che, eletti, sono negli organi istituzionali.

Il modo in cui il Pdl si presenterà alle amministrative di Parma dipenderà quasi esclusivamente dall’esito del congresso?

Non credo. Sostanzialmente il leit motiv deve essere quello che ci ha sempre guidato: noi siamo alternativi alla sinistra e quindi vogliamo dialogare con tutti coloro che parimenti si sentono alternativi a questo centrosinistra. Un centrosinistra che è eterodiretto da Bologna, come abbiamo visto recentemente con l’imposizione alle primarie della candidatura di Vincenzo Bernazzoli. Questa linea politica è condivisa da tutti, al di là delle mozioni.

Quali sarebbero allora, secondo lei, le differenze tra le due mozioni che sono state presentate?

Francamente lo devo ancora capire. Si è parlato poco di linea politica e si è invece discusso molto del passato e di quello che è successo a Parma.

Sia il centrosinistra che il centrodestra guarderanno molto al centro in vista delle comunali. Si aprirà una corsa, tra i due schieramenti, per conquistare i voti dei moderati.

Credo di sì. D’altronde il Pdl è il partito più significativo ed importante nel Ppe che si colloca politicamente e geograficamente al centro. Quindi credo che guardare al centro sia un obiettivo assolutamente fondamentale per il centrodestra, in modo particolare per il nostro partito.

Maria Teresa Guarnieri, dunque, sempre più corteggiata?

La Guarnieri si posiziona al centro. Ci sono state alcune scelte che da questa area politica l’hanno allontanata, per intenderci questa opposizione fatta a braccetto con Ablondi nella passata amminsitrazione. Credo però che anche lei sia da considerare un’interlocutrice se si collocherà in una posizione alternativa rispetto al centrosinistra.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette