Published On: Lun, Feb 27th, 2012

Siria: referendum tra un bagno di sangue

Share This
Tags

Il sangue continua a scorrere in Siria alla vigilia del referendum sulla nuova Costituzione, che l’opposizione a Bashar al-Assad ha invitato a boicottare, e all’indomani del vertice di Tunisi del gruppo di contatto ‘Friends of Syria’. L’ultimo bilancio fornito dagli attivisti dei Comitato di coordinamento locale in Siria parla di almeno 75 morti, ma domani 14 milioni di elettori sono comunque chiamati alle urne per confermare i contenuti della nuova Carta. La Costituzione e’ stata scritta nell’ambito delle ”riforme” promesse dal presidente Bashar al-Assad, mentre nel Paese continuano le operazioni delle forze governative contro le roccaforti del dissenso e il Comitato internazionale della Croce Rossa tratta per proseguire l’evacuazione dei feriti da Bab Amro, il quartiere di Homs da 22 giorni sotto il fuoco dei militari. L’opposizione, che vuole l’uscita di scena di Assad (al potere dal 2000), ha invitato i siriani a boicottare il voto e ad aderire a uno sciopero generale per protestare contro il bagno di sangue in corso da meta’ marzo dello scorso anno, quando sono iniziate le proteste antigovernative. Da allora, secondo gli attivisti, sono state uccise almeno 7.600 persone.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette