Statistica di Eurostat mostra che gli stipendi dei dipendenti delle aziende italiane sono tra i più bassi d’Europa, inferiori anche a Grecia e Spagna. Uno studio effettuato da Eurostat mostra che l’Italia è fra i paesi europei dove gli stipendi dei dipendenti delle aziende con almeno 10 impiegati è fra i più bassi d’Europa al 12° posto fra i Paesi dell’Eurozona, dietro anche a Irlanda, Grecia, Spagna e Cipro. Questo nonostante la nostra economia sia – si dice – al 3° posto continentale e nonostante un altro studio effettuato mostri che le retribuzioni medie dei top manager di aziende quotate italiane siano al 2° posto nella Ue. In particolare, la media italiana delle retribuzioni (lo studio si riferisce a dati del 2009 e riguarda le aziende dell’industria o dei servizi) è di 23.406 euro lordi annui, cifra che ci permette di superare solo i “colleghi” assunti presso società di Malta, Slovacchia, Slovenia e Portogallo che chiude la classifica con una media di 17.129 euro ogni 12 mesi. Ma questi Paesi hanno però superficie, popolazione e sviluppo industriale ben diversi da quelli dell’Italia. Ma quello che emerge dallo studio è anche che l’incremento di tali retribuzioni, rispetto al 2005, pone la Penisola a livelli molto bassi ben al di sotto degli aumenti fatti registrare altrove.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: