E’ saltato l’accordo in sede europea per la concessione alla Serbia dello status di candidato all’ingresso nell’Unione europea. Lo riferiscono fonti diplomatiche. E’ stata la Romania a fermare un accordo che sembrava gia’ fatto. A questo punto la decisione passa nelle mani del Consiglio europeo, che si terra’ l’1 e 2 marzo.   I ministri degli Esteri dei Ventisette avrebbero dovuto votare oggi un documento e dare il sostanziale via libera allo status, lasciando al Consiglio il compito di una ratifica formale.   Bucarest, invece, ha chiesto di nuovo garanzie per la minoranza dei Vlachi, circa 30.000 persone di lingua rumena, e il negoziato si e’ fermato.

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: