Decine di civili sono stati uccisi a Homs in Siria, secondo quanto riferito oggi da attivisti e media di Stato che però attribuiscono a opposte fazioni la responsabilità di quello che unanimemente definiscono un massacro.
L’eccidio di Homs, come anche l’assedio militare alla città nord-occidentale di Idlib, si sono verificati nel fine settimana in cui si è svolta la missione di pace dell’inviato di Onu e Lega Araba Kofi Annan, che ha lasciato Damasco ieri senza alcun accordo su una tregua o su ingressi per scopi umanitari. Nei filmati diffusi su YouTube dagli attivisti dell’opposizione compaiono uomini, donne e bambini in pozze di sangue. Secondo i Comitati per il coordinamento locale in Siria, una rete di attivisti dell’opposizione, sono stati uccisi almeno 45 tra donne e bambini nel quartiere di Karm al-Zeitoun, a Homs e altre sette persone sono state uccise nel quartiere di Jobar. Oggi il segretario di Stato Usa Hillary Clinton incontrerà il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov a New York, in occasione del vertice speciale del Consiglio di sicurezza Onu sulle rivolte arabe.

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: