In questi giorni si stanno definendo le alleanze e, per un movimento come il nostro che non fa di sondaggi e calcoli delle percentuali una strategia, risulta davvero interessante osservare la situazione dall’esterno. Più e più volte ci siamo esposti sostenendo che destra e sinistra sono ormai concetti superati e che gli stessi partiti delle due coalizioni hanno ampiamente dimostrato di essere assolutamente allineati a livello nazionale. Lo vediamo quotidianamente con l’appoggio al governo Monti e lo vediamo ogni qualvolta dei cittadini della Val Susa provano a reclamare i loro diritti. Questa sempre più stretta collaborazione si è in parte calata anche nella nostra città, dove il confine tra destra e sinistra è sempre più labile. E’ perlomeno curioso che alcuni personaggi, chiaramente riconducibili a Futuro e Libertà, siano nella lista Altra Politica di Maria Teresa Guarnieri e che questa lista appoggi il candidato sindaco Bernazzoli che, da presidente della provincia, è supportato da liste come IDV e SEL. Siamo convinti che i cittadini si siano resi conto di come un certo modo di fare politica possa difficilmente rispondere agli interessi della cittadinanza, ma più facilmente ad altre logiche. Il prossimo 6 e 7 maggio i parmigiani avranno l’occasione di scegliere tra quel concetto di politica, quello che ha guidato città e provincia negli ultimi 15 anni lasciandoci un debito insostenibile, e un altro modo di intendere la politica, quella fatta per passione, per senso civico e senza soldi pubblici. A loro la scelta.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: