Il consigiere provinciale della Lega Nord Pier Angelo Ablondi, prematuramente scomparso la scorsa settimana a 58 anni, potrebbe essersi suicidato. La Procura ha deciso di aprire un’inchiesta del politico originario di Ravarano. Ablondi si sarebbe suicidato lanciandosi dalla finestra della sua abitazione, dopo aver lasciato una lettera nella quale attacca alcuni compagni del proprio partito. E’ stato inizalmente il Carroccio locale, che aveva sospeso la campagna elettorale, ad aver affermato che il consigliere era morto a causa di un malore. Ma secondo le indiscrezioni date dal Fatto Quotidiano, si apprende che per il candidato al consiglio comunale leghista si è trattato di suicidio e che si sta provando a fare subito chiarezza sull’accaduto.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: