Published On: Ven, Mag 18th, 2012

A Parma il cambiamento fa paura. Tutti i partiti vogliono coalizzarsi per far fronte al nuovo che avanza

Share This
Tags

di Marcello Valentino

È bastato che il Movimento 5 Stelle cominciasse a paventarsi come vero partito, non vecchia maniera, ma come veramente nuovo, in tutto. E quando dico tutto spero di essere chiaro,  che subito, tutti i vecchi partiti (e dico vecchi), oltre ché “poltronai” cronici, si allarmano e vanno in panico. In gioco c’è il potere che nessuno vuol mollare. Ma fino a prova contraria siamo in democrazia, anche se solo in apparenza, perché lobby e apparati burocratici di ogni ordine e grado ci tengono ancora in ostaggio. Solo a Parma  Bernazzoli appoggiato dal suo partito tiene in ostaggio la Provincia e forse in futuro  forse? anche il Comune, in una visione tutta personale, o Bersiana e credo anche poco democratica perché anche in democrazia c’è un limite e un buon senso, e governare dovrebbe essere principalmente buonsenso, ma sia agli italiani che ai parmigiani sembra che vada bene così:  non a tutti per fortuna,  in questo modo non si va da nessuna parte. Anzi, da una parte si va, verso l’incenerimento, anche del buonsenso. Non me ne voglia nessuno, ma credo che dopo tutti questi anni sui quali ho già scritto e detto fin troppo oggi non ho più parole. Ma veniamo al dunque: all’improvviso tutti i partiti vogliono coalizzarsi per far fronte comune contro il nuovo, che comunque inevitabilmente arriverà solo se la gente inizierà ad usare il proprio cervello. Noi italiani abbiamo la cattiva abitudine di essere pigri e rimandare a domani quel che si può fare oggi, e a furia di rimandare ci ritroviamo in queste condizioni e situazione. A Parma per vincere Bernazzoli ha messo insieme una armata Brancaleone non indifferente, si dice coalizione o “colazione” di gruppo, il tutto per cercare a tutti i costi una poltrona sicura. Alla fine si inseriranno tutti, persino Arillo, ex Popolo Viola, si è schierato con lui,: questo mi ha profondamente deluso e amareggiato. Sono sempre stato un sostenitore del Popolo Viola, oggi non so a cosa pensare o per meglio dire lo so molto bene si usa  qualcosa o qualcuno per poi fare dell’altro certamente di  piu’comodo.  In Italia si comincia a pensarla nello stesso modo, fare anche qui una grande ammucchiata per salvare culo e poltrona, in una parola il potere. Ma se anche voi siete stufi di queste facce da poltrone, bene, potreste avere la possibilità di sganciargliele da sotto, e via a gambe all’aria. E non crediate che sarà una passeggiata, l’Italia è un paese di santi e navigatori,ecc ecc, la politica si è ridotta ad una comica, e noi da un comico vogliamo ricominciare. Vuoi vedere che questa volta si ride davvero? E allora cosa aspettate? C’è un vulcano sotto le ceneri, fatto di giovani, di intelligenza, di voglia di fare, una forza inespressa che deve muoversi per spazzare via il vecchio. L’unica cosa giusta detta da un vecchio leader locale (ma appunto vecchio) è stato “Largo al nuovo”, e via questo cazzo di inceneritore, meglio mangiarsela l’immondizia che bruciarla. Qualche grillo ringrazierà, e anche qualche cavalletta. Per non citare Pizzarotti (l’altro!): Parma, prova a sognare. Parmigiani, fatelo adesso.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette