Si chiude la tre giorni di autocritica della base del Pd assieme ai vertici. Dopo il direttivo del 26 e quello del 28 anche ieri il partito si è unito per discutere del futuro. Attesa big per Bernazzoli, che davanti alla base ha affermato: “Non è questione dei vertici, abbiamo provato con le candidature più disparate ed è la quarta volta che non ci azzecchiamo: vuol dire che Parma non la conosciamo più da molto tempo. Occorre fare un ragionamento attento a riguardo. Io stesso non ho ancora capito tutto, e voglio andare in fondo a quello che è avvenuto, ma non in questa sede e non in cinque minuti”. Sulla questione del Consiglio Comunale, come capogruppo è avanzata la proposta di Nicola Dall’Olio, primo votato del partito sulle chede elettorali.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: