Published On: Ven, Mag 11th, 2012

Movimento 5 Stelle: i misfatti di Bernazzoli nel’agroalimentare

Share This
Tags

Dopo le proposte annunciate dal candidato Bernazzoli in occasione di CIBUS ci fa piacere elencare le azioni, in verità non troppo coerenti con questi ultimi proclami, che ha portato avanti in questi anni alla guida della Provincia di Parma.
Uno, il più eclatante, l’inceneritore di Ugozzolo, un’industria insalubre di classe A costruito a 2 passi dal più grande pastificio del mondo che rischia di mettere in pericolo l’attribuzione del marchio DOP a Parmigiano-Reggiano e Prosciutto di Parma. Un’impianto di capacità più che doppia rispetto alle necessità previste da loro stessi costruito in un area agricola che il candidato Bernazzoli avrebbe potuto e dovuto difendere con lo strumento del Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale.
Passiamo poi alle centrali a biomassa legnosa autorizzate da Bernazzoli, che bruceranno legna consumando il nostro patrimonio boschivo generando emissioni nocive anche in aree finora incontaminate oppure con le centrali a biogas proposte dal suo pupillo Dall’Olio che per essere alimentate avranno bisogno di ettari di coltivazioni dedicate a mais o a sorgo, mettendo a rischio con le spore emesse dagli insilati il ciclo di produzione del Parmigiano-Reggiano.
Restiamo poi sempre in ambito Dall’Olio, presidente di azienda Stuard,  dipendente della Provincia e paladino della difesa del territorio con il suo fortunato film “Il suolo minacciato”, che propone una bella colata di cemento per radere al suolo il frutteto di frutti antichi dello Stuard e costruirci una scuola per l’istituto Bocchialini che un edificio ce l’ha già.
Sempre in tema di suolo il candidato Bernazzoli, anche lui favorevole alla salvaguardia del terreno agricolo, ha autorizzato una bretella autostradale a 4 corsie che terminerà nel nulla a Trecasali portando nuovo cemento magari prodotto con le ceneri che contengono diossine, furani e metalli pesanti dell’inceneritore di Ugozzolo. Inoltre vorrebbe realizzare la via Emilia bis alla “modica” cifra di 16 milioni di euro perseverando nella logica di “Parma città cantiere”.
Non c’è che dire! Bernazzoli è proprio il paladino della Food Valley!

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette