Published On: Gio, Giu 14th, 2012

Giunta: nominati due nuovi assessori

Share This
Tags

Fa molto caldo all’interno della sala stampa del municipio quando, con puntualità assoluta, fanno il loro ingresso i due nuovi componenti della squadra amministrativa di Pizzarotti: Cristiano Casa, con delega alle Attività produttive, Turismo e Commercio, e Gabriele Folli, all’Ambiente e Mobilità. Il primo è un imprenditore locale da tempo molto vicino agli ambienti del Movimento 5Stelle che, in concomitanza con l’accettazione dell’incarico, si è dimesso dalla presidenza della Centopercentopmi, associazione di piccole e medie imprese; il secondo, invece, è un volto ampiamente conosciuto grazie all’opera svolta all’interno del Comitato Gestione Corretta Rifiuti. A presentarli ai cronisti è il sindaco che esordisce facendo ricorso all’ironia: “e così, un po’ di toto-assessori lo chiudiamo”. Pizzarotti, all’inizio della conferenza, è smanioso di replicare agli attacchi ricevuti in merito al ritardo nella composizione della propria giunta: “si tratta di scelte – chiarisce – che hanno richiesto tempo e che non sono state fatte a cuor leggero, ma a seguito delle opportune valutazioni”. Il primo cittadino in seguito afferma: “le scelte non devono essere affrettate a fronte delle criticità che Parma dovrà affrontare. Abbiamo incontrato molti potenziali candidati e – assicura – individuato quelli giusti”. “Non ci sono state disdette o persone che si sono defilate, – aggiunge inoltre – ma al massimo qualcuno non si è sentito di prendersi questa responsabilità. Oppure ha avuto dei problemi reali come, ad esempio, l’urbanista Paolo Berdini che ha dovuto rinunciare per motivi legati alla salute ma sarà comunque al nostro fianco”. Per Pizzarotti, dunque, il motivo reale che ha finora condizionato i tempi non sono le difficoltà o l’inesperienza, bensì il numero elevato di candidature da vagliare. Ma i giorni finora trascorsi dal momento della vittoria elettorale non sono stati però spesi soltanto nell’opera di completamento della giunta. E uno dei temi caldi con il quale, da subito, il sindaco si è dovuto confrontare è stato quello delle partecipate, al fine di comprenderne la situazione. “Cominciare a occuparci di temi cruciali come le attività produttive, mobilità e ambiente – afferma – sarà l’occasione per ripensare al  sistema delle partecipate che sono, evidentemente, troppe”. Per dar vita al cambiamento, nelle attuali condizioni, secondo Pizzarotti, bisognerà far leva sulla creatività, non riducendo eventi e servizi, ma “partendo dalle razionalizzazioni: riorganizzeremo la macchina comunale, valorizzeremo il personale, ma anche il sito internet”. A prendere la parola dopo è Cristiano Casa, al quale è stato affidato il compito di rilanciare l’imprenditorialità parmigiana: “i cittadini di Parma – dichiara nelle prime battute del proprio breve intervento – hanno chiesto un cambiamento e io ho accettato per dare il mio contributo a questa sfida”. Casa, per il quale occorre “tirare fuori la voglia di fare”, sostiene di volersi muovere inizialmente contattando tutte le associazioni di settore. La sua intenzione, inoltre, è quella di riuscire a varare un programma d’azione entro la fine del mese di luglio. Per fare ciò, promette l’assessore, “partiremo dall’analisi delle risorse disponibili, valuteremo lo stato dell’arte sui servizi e verificheremo anche la possibilità di accedere a fondi nuovi”. Un altro punto cruciale della propria attività sarà rappresentato dall’analisi delle best practises, le esperienze innovative portate avanti da comuni italiani all’avanguardia, al fine di trarne spunti per eventuali positive applicazioni sul territorio comunale. Poi è la volta dell’assessore all’Ambiente che immediatamente, quasi a voler mettere subito in chiaro l’indirizzo e le dimensioni del proprio operato, annuncia: “l’inceneritore non sarà l’unico tema di cui mi occuperò”. Folli, in occasione del suo debutto, non si sofferma a lungo sul tema del termovalorizzatore e circoscrive le parole in modo pragmatico, ribadendo come la situazione relativa ad Ugozzolo sia attualmente ancora in fase di analisi. Il responsabile della giunta Pizzarotti per l’Ambiente, infine, conclude illustrando uno degli obiettivi prioritari da raggiungere durante il proprio mandato: l’estensione della raccolta differenziata porta a porta in tutti i quartieri della città ducale.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette