Published On: Mer, Giu 27th, 2012

Il M5S ha depositato il programma per il mandato. Nessuno lo sapeva, Dall’Olio è preoccupato mentre Pellacini invita a non drammatizzare

Lunedì scorso, il Movimento 5 Stelle ha depositato in Comune il programma per il mandato elettorale. Una mossa che ha subito suscitato polemiche – Dall’Olio e Ghiretti in primis -, cui il sindaco ha risposto con un perentorio comunicato stampa: “I capigruppo possono, e devono, essere sì informati sulle delibere approvate dalla Giunta, ma non c’è scritto da nessuna parte che debbano esserne informati preventivamente. Se così non fosse anche i consiglieri di minoranza, d’ ora in poi, non potranno depositare alcun atto prima di una eventuale comunicazione ai capigruppo.
Se Dall’ Olio parla di ‘ sostanza’, citando ‘ regole democratiche’ poco chiare – anche se, più che democratiche, trattasi di regole burocratiche -, e Ghiretti si accoda, allora dovrebbero saperle citare. Per concludere, facciamo ulteriore chiarezza: le linee programmatiche sono state depositate presso la segreteria generale rispettando i tempi previsti dalla legge

Altri commenti sono poi arrivati nella giornata di ieri anche dall’Udc:

Ho appreso dai siti online che il Movimento 5stelle ha depositato lunedì il documento sulle linee programmatiche e ho fatto immediata richiesta di una copia agli organi competenti -afferma Giuseppe Pellacini, capogruppo dell’Udc in Consiglio Comunale – mentre mi ero espresso in modo duro contro la nomina del presidente e del vicepresidente del Consiglio Comunale, gestita tra grillini e Pd al telefono senza avvertire gli altri capigruppo, perché tali nomine sono e restano elementi di garanzia per i consiglieri tutti. Non ritengo invece sia il caso di drammatizzare, come fanno altri, sulla vicenda delle linee programmatiche. Solo il sottoscritto, nella prima seduta ha analizzato e criticato il programma elettorale del sindaco e quindi mi auguro che le linee di indirizzo non siano la fotocopia di quello scritto sul quale ho espresso dubbi e perplessità e segnalato omissioni (politiche abitative). Il vero elemento di analisi ora è il dover constatare come da parte degli amministratori a 5 stelle l’alibi dell’inesperienza (“Stiamo imparando!”) sia ancora un argomento in voga. La città ha bisogno di decisioni a volte anche rapide e tempestive. Resto in attesa di poter analizzare le linee programmatiche di Pizzarotti e sottolineo comunque che non aver dato comunicazione del deposito lunedì alla conferenza dei capigruppo non è un segnale positivo – conclude l’esponente centrista – proprio da chi vuole fare della collaborazione e della trasparenza un cavallo di battaglia”.

Nuovo commento di Nicola Dall’Olio che aggiunge:

Sconcerta il comunicato del Sindaco Pizzarotti in merito alla mancata informazione, in conferenza dei capigruppo, del deposito delle linee programmatiche. Risponde in punta di legge citando lo statuto, quando a norma di statuto ( art. 11 c. 3) avrebbe dovuto presentare la Giunta nella prima seduta del Consiglio Comunale. Qui non è tanto e non solo una questione di rispetto formale delle norme e dei regolamenti, ma di cultura istituzionale e di rispetto degli organi di consultazione e di controllo. La conferenza dei capigruppo si è tenuta dalle ore 17 alle ore 19 di lunedì, presente, in rappresentanza del Sindaco, il vicesindaco. Tra i vari argomenti affrontati, si è parlato delle linee programmatiche di mandato, della scadenze di legge per il loro deposito e della data del consiglio comunale in cui potevano essere discusse. Il vicesindaco non ha aperto bocca per tutta la seduta, il Presidente del Consiglio e il capogruppo del M5S non hanno ritenuto di informare i presenti che stavano per essere, o erano già state depositate. Questa informazione avrebbe certamente comportato una diversa calendarizzazione delle date del Consiglio. Si è deciso altrimenti e prendiamo atto della scarsa considerazione che il Sindaco attribuisce alla conferenza dei capigruppo, non partecipando nemmeno alla sua prima seduta. Se questo è il metodo della tanta annunciata collaborazione, c’è di che essere preoccupati.

Nel frattempo è stato convocato per il prossimo giovedì 5 Luglio alle ore 15 e 30 il secondo consiglio comunale dell’era Pizzarotti.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette