Il piano industriale della Monte dei Paschi di Siena ha appena previsto una “completa razionalizzazione dell’assetto del gruppo con incorporazione delle controllate e chiusura di 400 filiali” entro 3 anni. Nella provincia di Parma sono circa 30 le filiali attualmente dislocate e aperte e al momento non si ancora se anche alcune di esse saranno destinate a scomparire. Nella nota stampa dello stesso istituto bancario si legge che entro il 2015, Mps conta di avere un utile netto di circa 630 milioni di euro e una riduzione dei costi operativi per 565 milioni di euro.

Il Consiglio di amministrazione di Mps ha deliberato inoltre di accettare l’offerta vincolante di CariAsti per rilevare il 60,42% di Biverbanca (Cassa di Risparmio di Biella e Vercelli), oggi nelle mani di Rocca Salimbeni, ad un prezzo di 203 milioni di euro.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: