La provincia di Parma dovrebbe sopravvivere al taglio degli enti pubblici locali previsto dal governo entrando nella lista delle 54 salvate su 107.
A rivelarlo è stato il Corriere della Sera, secondo cui il piano del governo tecnico prevede che le province mantengano tre funzioni tra cui: strade, ambiente e gestione delle aree vaste.

Le giunte saranno però azzerate e i consigli verranno ridotti come previsto dal Decreto “Salva Italia”. A sopravvivere saranno le province in grado di corrispondere ad almeno due dei seguenti specifici requisiti:

  • superficie di almeno 3mila km quadrati
  • popolazione superiore a 350mila abitanti
  • oltre 50 Comuni presenti nel territorio.

La provincia di Parma, soddisfa in pieno i primi due punti nonostante abbia, nel suo territorio solo 47 Comuni.

Attualmente, in Emilia Romagna, solo Parma e Bologna rientrerebbero nella lista delle province destinate a rimanere.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: