“Per favore non usate il termine “INCIDENTE”. L’evento prevedibile non può essere definito incidente, tutti gli enti preposti erano stati da me avvisati della pericolosità dei cavalcavia parmensi, le foto sono del 2008 anno in cui ho chiesto l’intervento sui pericolosi cavalcavia, naturalmente se ne sono fregati tutti”.

A parlare è Tonino Morreale dell’A. I. F. V. S. Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, che lamenta della pericolosità in cui versano numerosi cavalcavia che sovrastano l’Autostrada del sole lungo la tratta parmense. Le istituzioni, gli enti, le persone preposte al controllo e alla gestione di questi ponti viari sarebbero state più volte contattate da Morreale e dalla sua associazione, senza ottenere però risposta. La critica, durissima, è tutta racchiusa in tre parole “Omicidio Stradale Istituzionale” con cui si sta ad indicare una tragedia sicuramente scongiurabile se le parole e le lamentele fossero state più ascoltate e gettate meno nel dimenticatoio.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: