Elvio Ubaldi rivuole indietro Diana cacciatrice. L’ex sindaco di Parma rivendica una statua bronzea che gli fu donata nel 2004 dalla Battistero Spa e dai costruttori della Mingori come attestato di stima per i risultati amministrativi prodotti fino a quel momento. L’opera, che prima dell’arrivo di Pizzarotti si trovava all’interno dell’ufficio del primo cittadino, è stata adesso trasferita nell’atrio dal quale si accede alle varie aule istituzionali. Secondo Ubaldi, la statua realizzata dal milanese Michele Vedani nei primi del Novecento, sarebbe un regalo fattogli personalmente e non rientrerebbe nell’inventario del patrimonio pubblico. Per stabilirlo saranno probabilmente necessarie lunghe indagini all’interno del catalogo degli arredi.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: