La terra trema ancora, forte. E fa meno danni di prima sol perché tanti danni ha già fatto. L’ultima “botta”, di magnitudo 5.1, arriva nella serata di domenica, alle 21:20, ed è la piú forte registrata dopo quelle del 20 e del 29 maggio. L’epicentro stavolta è nel comune di Novi di Modena: una zona più a ovest scosse precedenti. A Novi di Modena è crollata la Torre dell’Orologio, già lesionata: e altri crolli in zone già danneggiate sono avvenuti nei comuni vicini. Medolla, Concordia, Finale Emilia, tra gli altri. Ma non risulta nessun ferito.

Poi ancora una notte segnata da molte scosse, sempre nella zona tra Modena, Ferrara e in parte Bologna. Stando alle registrazioni dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), da dopo la mezzanotte alle 9.30 circa di questa mattina sono state quasi 50. Molte hanno interessato anche la provincia di Mantova, in Lombardia. La maggiore e’ stata di magnitudo 3.8, alle ore 8.55.

www.dire.it Agenzia Dire

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: