di Marcello Valentino

Chissà quanti di voi si sono accorti che all’ultimo momento Milano, con il sindaco Pisapia, ha fatto marcia indietro sulla cittadinanza al Dalai Lama. Motivo: la Cina ha minacciato o ricattato Milano con la mancata partecipazione all’Expo2105 e allora il sindaco ha inserito la retromarcia a centomila all’ora.

Dopo due giorni il Dalai Lama era in Emilia a visitare le zone terremotate. Subito dopo l’annuncio: arriverà anche il papa a giorni. Le domande da farsi sono tante, ma ne faccio solo un paio. I cinesi, la Cina, grande potenza internazionale ricatta una grande città, Milano, e non fa concedere la cittadinanza al Dalai lama. L’elefante ha paura del topolino: personalmente è uno schifo insopportabile. Una grande potenza che ha paura di un uomo pacifico e noi a genufletterci: per cosa? I cinesi ci hanno invaso con i loro supermercati a basso costo. A basso costo? Mica tanto. Per fortuna che non tutti gli italiani sono così pirla da cascarci. I supermercati cinesi l’unica cosa che hanno a basso costo sono i dipendenti pagati pochissimo: chissà perché la Guardia di Finanza e i sindacati non vanno a dare una sbirciata. Ultimamente sono state scoperte innumerevoli irregolarità, compresa l’evasione dell’iva. Ma andiamo avanti. Il Dalai Lama è arrivato in Emilia, seppure questo arrivi dal Tibet. Il Papa è a Roma e arriverà per secondo. Io se fossi emiliano lo rispedirei al mittente. Lo so, se ne diranno di ogni per trovare giustificazioni ma caspita: è a due passi. Speriamo almeno che stacchi un bell’assegno. Il Vaticano è uno degli stati più ricchi del mondo, ma come al solito nisba, anzi verrà per chiedevi l’otto per mille. Loro hanno bisogno di ingrassare e di ingrossare i loro conti. Anche qui la vergogna non esiste. Provate a fare una domanda al Papa e a qualche cardinale che lo accompagna: cosa costa uno solo dei vostri vestiti? Morale: la Cina e il Vaticano sarebbero da pagare con la stessa moneta. A voi la scelta.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: