Published On: Mer, Lug 4th, 2012

Dalla Provincia 250mila euro per aiutare le piccole imprese a diventare grandi

C’è chi vuole esportare la propria produzione di capi d’intimo su misura, oppure di pellicce di lusso, ma anche l’impasto della pizza o software per la nautica. Sono 20 le imprese che in questi giorni, affiancate da altrettanti consulenti “su misura”, stanno per iniziare il percorso del progetto Esp, ideato e sostenuto con 250mila euro dalla Provincia per aiutare le piccole e piccolissime aziende a costruire strategie di internazionalizzazione e affacciarsi sui mercati estri o potenziare la loro presenza.

Oggi nella sede dell’ente di piazza della Pace l’assessore Provinciale alla Formazione e Lavoro Manuela Amoretti ha presentato l’edizione 2012 di Esp alla presenza di molti dei protagonisti che stanno per iniziare questa “avventura guidata” verso l’estero.
Soprattutto in questa fase oggi in cui la domanda interna del paese sta cadendo, i mercati esteri rappresentano uno sbocco importantissimo anche per le nostre produzioni – ha detto Amoretti – Metteremo a disposizione un consulente appositamente scelto su misura dell’azienda, che affiancherà l’imprenditore nel costruire una strategia e un piano di internazionalizzazione e li accompagnerà nelle prime fasi di attuazione. E per i lavoratori e le lavoratrici ci saranno occasioni di aggiornamento professionale”.

Esp è un progetto che rappresenta bene l’idea che guida la Provincia di Parma cioè che si può e si deve agire anche localmente e dal basso per contrastare la recessione e per favorire la crescita e l’occupazione” ha aggiunto l’assessore provinciale alla Formazione professionale e lavoro affiancata nell’incontro dal dirigente del Servizio Gabriele Marzano e da Elisabetta D’amico referente per il progetto.

La quarta edizione di Esp è dunque arrivata alla fase operativa, sono state selezionate le imprese tra quelle che avevano presentato domanda, e sono stati selezionati i consulenti che le affiancheranno nei loro progetti di internazionalizzazione (80 ore di consulenza in azienda): si è optato per professionisti che, per caratteristiche legate al settore merceologico e ai mercati di riferimento (e per precedenti esperienze in iniziative analoghe) meglio si sposavano con il progetto di sviluppo export pensato dalle aziende prescelte. Infine sono stati effettuati gli abbinamenti fra imprese e consulenti. Ora si apre dunque la fase operativa, che ha preso il via formalmente nei giorni scorsi in Provincia con una prima occasione di scambio tra aziende e consulenti.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette