Published On: Lun, Lug 2nd, 2012

BoulevArt 2012, oltre 20mila presenze: un successo

È stato Gabriele Frola, vincitore al Concorso Internazionale di Danza di Helsinki 2012, ad aprire sabato 30 giugno, la quarta edizione di BoulevArt. Un’apertura in grande stile, con la coreografia del passo a due “Magnificat”, in piazzale dell’Annunciata, dove era allestito lo spazio a cura della Compagnia Professione Musical e Danza di Parma che ha poi ospitato esibizioni no stop fino a mezzanotte.

Una quarta edizione del Festival delle Arti in strada che si è distinta dalle precedenti per la forte caratterizzazione degli spazi, con strade battezzate dalle varie discipline con: via Imbriani dedicata alla fotografia, via D’Azeglio alla pittura e alla scultura, via Bixio agli spettacoli e alle performance di strada. E musica ovunque, a legare tutte le iniziative in programma, spaziando dal rock al jazz. Fino al gipsy elettronico, proposto dal gruppo londinese “The Onironauts Quartet”, che ha fatto di BoulevArt una delle tappe italiane del loro tour europeo, esibendosi in un partecipato concerto live che si è tenuto in piazzale Inzani.

A fare da cornice alla kermesse, l’atmosfera vivace e caratteristica dell’Oltretorrente, un palcoscenico perfetto, che ha visto già dalle 19.00 un flusso costante di gente. Tutte le strade coinvolte dalla manifestazione, non solo la centrale via D’Azeglio, ma anche via Imbriani, piazzale Picelli, piazzale Inzani, via Bixio, si sono popolate e sono state animate dalle performance. In tutto, 50 spettacoli e 300 artisti partecipanti, che sono arrivati puntuali in centro storico ad occupare e ad allestire il proprio spazio.

Successo per tutte le iniziative, da Lupus in BoulevArt, schegge di teatro-cabaret, a cura della compagnia Lupus in fabula, al Cirque du burlesque, di Fit planet con le ragazze della Pin-up school di Loulou Leroy in piazzale Corridoni, dalla sfilata di moda Le Ragazze del Vintage, con capi della collezione privata di Cinzia Iemmi, alla spettacolare danza aerea sui tessuti di Tatiana Foschi, fino alla performance di Circolarmente, che ha fatto rivivere le atmosfere seducenti della Belle Epoque.

E come nello stile di BoulevArt, un’attenzione particolare è stata riservata agli allestimenti per valorizzare gli aspetti architettonici del centro storico. Di grande effetto, le installazioni artistiche sotto i Portici dell’Ospedale Vecchio, nate dalla vivacità e dalle proposte degli artisti, l’esposizione di auto d’epoca sul Ponte di Mezzo che ha fatto da porta di ingresso al Festival. E poi, il piazzale dell’Annunciata che oltre al punto danza ha ospitato una “passerella” artistica con cinque Gallerie d’Arte della città che hanno accolto l’invito a “scendere in strada” con le proprie opere ed ospitando artisti (Atelier 34, Nicoletta Belletti, Les Enfants du Paradis Art Gallery, Lodi Arte Contemporanea e Oliva di Soncini Guido & C. Snc). Infine, negozi aperti e gemellati con gli artisti, e grande successo anche per i cibi italiani ospiti allo Streetfood in piazzale Picelli. A seguire l’evento in diretta, Radio Bruno gemellata con RadioRevolution, una radio web universitaria di Parma, in streaming su twitter, e una troupe di Tv Parma per uno speciale che andrà in onda lunedì 2 luglio alle 20.15.

Un’atmosfera da festival di strada che è piaciuta al pubblico.Un’idea che si conferma,un festival che si consolida. BoulevArt si chiude con un bilancio positivo,abbiamo stimato circa ventimila presenze,una partecipazione che ha premiato l’entusiasmo degli artisti e le loro proposte – afferma Simone Simonazzi direttore di Edicta Eventiringrazio tutti coloro che hanno sostenuto l’evento, da un lato, consentendo di mettere in piedi questa quarta edizione, una continuità non scontata di questi tempi, dall’altro, condividendo gli obiettivi dell’evento,la prospettiva è quella di puntare a calendarizzare Boulevart come festival annuale di Parma per inserirlo nei circuiti turistici di promozione della città”. BoulevArt è ideato e organizzato da Edicta Eventi con il patrocinio del Comune di Parma – Assessorato alle Politiche Giovanili – Archivio Giovani Artisti, della Regione Emilia Romagna – Assessorato alla Cultura, dell’Università degli Studi di Parma, con il sostegno del Gecc (Consorzio Gestione Centro Città Parma), Parma in Centro Shopping ed i Centri Commerciali Naturali via D’Azeglio – Imbriani e via Bixio, Ascom Confcommercio Parma, Camera di Commercio di Parma, Confesercenti Parma, dei due main sponsor Marella S.r.l. e Gruppo Autozatti e dello sponsor tecnico Macro Coop.

BoulevArt è nato quattro anni fa dall’idea di offrire ai giovani artisti parmigiani, dai 14 ai 35 anni, la possibilità di esprimere la propria creatività attraverso la formula dello spettacolo in strada. Un contesto informale che si adatta all’arte giovane, un’opportunità di presentarsi alla loro città. Un “movimento” che è cresciuto negli anni, arrivando a contare oggi  500 iscritti alla rete, con un circuito attivo di oltre 60 locali che in città hanno dato disponibilità ad ospitare durante l’anno concerti ed esposizioni dei giovani artisti, una rivista dedicata, BoulevArt papier, un sito internet, www.boulevartparma.it, che è un catalogo virtuale degli artisti, ed una pagina facebook che conta 4900 fan.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Video Zerosette