Published On: Ven, Lug 6th, 2012

Siria, le lacrime del bambino soldato e la dura condanna di Hollande

La Siria rappresenta una “minaccia per la sicurezza internazionale”: lo ha affermato il presidente francese Francois Hollande rivolgendosi alla Russia, e chiedendo sanzioni piu’ dure contro il regime di Damasco, aprendo a Parigi la conferenza dei Paesi “Amici della Siria”.

A riferirlo nella prima mattinata di oggi è stata l’agenzia Ansa. Nel frattempo, gli scontri all’interno del paese non sembrano cessare mentre Assad, dopo l’abbattimento del jet turco che stava sorvolando i cieli siriani

I bambini e gli adolescenti costituiscono la meta’ del milione e mezzo di persone colpite dalla crisi in Siria e degli oltre 91.000 rifugiati nei paesi confinanti, Giordania, Libano, Iraq e Turchia, hanno bisogno dell’aiuto di tutti”. Per questo l’Unicef Italia ha lanciato oggi la campagna di raccolta fondi ”Emergenza Siria”, ha dichiarato il Presidente dell’UNICEF Italia Giacomo Guerrera.

Tanto in Siria – aggiunge Guerrera – quanto nei paesi confinanti che accolgono i profughi in fuga dalla crisi, l’Unicef sta operando per raggiungere con interventi salvavita il maggior numero possibile di persone in condizione di vulnerabilita’, in primo luogo donne e bambini”.

Per far fronte ai bisogni di un numero crescente di bambini e adolescenti profughi dalla Siria, l’Unicef ha rivisto il piano iniziale di interventi: il nuovo piano di risposta all’emergenza nei 4 paesi della regione stima necessari piu’ di 20 milioni di dollari, di cui appena 5,5 milioni finora ricevuti (il 28%). L’UNICEF necessita urgentemente di 14,4 milioni di dollari.

A fare il giro del mondo, adesso, un video registrato pochi giorni fa, che ritrae, tra l’altro, la scena, estremamente incisiva e toccante di un bambino soldato, che si asciuga le lacrime prima di entrare in azione.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dall'11-11 al 24-11-20





Video Zerosette