Published On: Mar, Set 11th, 2012

Provincia: la forza di una vita speciale

“Non si finisce mai di avercela fatta”. E’ la voce di Franca Tragni che,  da amica e non solo come attrice, ha introdotto fra le pagine de “La mia risposta” di Alessandra Cinque. Il libro, presentato oggi in Provincia in una atmosfera resa calda e partecipata dai tanti affetti presenti all’incontro, offre lo spaccato di una vita cominciata in modo non certo facile, e racconta dello “spazio privato” dell’autrice, come lo ha definito la giornalista Benedetta Bragadini, che ha condotto la conversazione.
Alessandra nasce a Venezia, non vedente e affetta da tetra paresi spastica, è laureata in scienze dell’educazione, sposata e oggi vive a Collecchio (Pr). Il suo libro fa conoscere la sua storia, le sue passioni, l’amore incontrato insieme alle durezze della vita.

“ E’ la storia di una donna straordinaria che sfida tutte noi a obiettivi importanti, a non accontentarci mai – dice l’assessore provinciale alle Politiche sociali Marcella Saccani che apre l’incontro. “La mia risposta” è dedicato a Laura Pausini e per Benedetta Bragadini è inevitabile cominciare con le domande da qui e dal brano che Franca Tragni legge. Alessandra infatti non la si può definire semplicemente una fan, il suo rapporto con la cantante nasce dentro la sua concezione della  musica, il motore anzi la “sua risposta” come lei stessa spiega per tante cose che ha fatto e fa e da cui è nato anche il libro.“ La musica è una forza incredibile, una forza per tutti. Ha un potere che ha dato risposte a molte cose. Per me in particolare riesce a farmi superare quello che ritenevo insuperabile, tra tutto la mia disabilità – dice, visibilmente emozionata – Non sono partita con l’idea di scrivere un libro ma dall’esigenza di raccontare quello che mi succedeva. Mi è nato da dentro, non so come è successo. Mi piace Laura come persona, mi sono appassionata a quello che è lei non solo alle sue canzoni” spiega Alessandra che spera di poter consegnare di persona il suo libro all’artista durante il concerto che Laura Pausini regalerà al proprio fan club la prossima settimana.

Nel libro, le chiede Benedetta Bragadini, ci sono tante figure femminili, la madre, la nonna. “Le donne sono formidabili se riescono a mettersi insieme – dice Alessandra parlando dei suoi affetti più cari, la famiglia ma anche l’incontro e il rapporto col marito. L’ha presa, spiega sorridendo, “con tutto il pacchetto”, è Andrea un “fotografo integralista convinto”, un bel contrappasso per una non vedente racconta Alessandra Cinque confermando una vena di autoironia che emerge anche fra le pagine del libro. “L’ironia e l’autoironia sono armi vincenti che aiutano a vivere e superare le asprezze”. Qualcuna viene alla luce anche durante l’incontro, con realismo, e per non dare l’idea che è stato facile per lei arrivare fin lì.  “Ognuno deve trovare i suoi punti di appoggio per potercela fare, per vivere e non sopravvivere, nella disabilità in particolare”. E’ il suo messaggio, semplice e diretto. Per chi vuol saperne di più, visto che il libro non è ancora in libreria, basta andare sul sito www.ilmiolibro.itcercando nel campo ricerca “La mia risposta” o il nome Alessandra Cinque.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette