Published On: Lun, Set 24th, 2012

Uisp Parma, per la presidenza della Lega Cicilismo è riconfermato Giovanni Dall’Ovo

Uisp prosegue la strada congressuale attraverso il rinnovo dei vertici di leghe, gruppi locali e regionali. Venerdì scorso è stata la volta della Lega Ciclismo Uisp Parma impegnata nell’assemblea elettiva del Consiglio provinciale: un appuntamento che si ripete ogni quattro anni per nominare il nuovo presidente e i consiglieri alla guida del gruppo. Presenti in sala le società della Lega ciclismo Uisp Parma che hanno riconfermato il presidente uscente Giovanni Dall’Ovo e la lista da lui presentata, composta da: Massimo Bertoldi, Bolsi Tiziano, Matteo Abati, Mirco Gandini, Mauro Gatti, Roberto Giordani, Michele Guatelli, Gianni Lunghi, Roberto Testa, Gino Martinelli.

Proprio Dall’Ovo ha fatto il punto sui risultati fin qui raggiunti e sulle sfide future che la Lega si appresta ad affrontare. Il neoeletto presidente ha prima di tutto precisato i numeri con cui la Uisp nazionale si affaccia sul 2013: oltre 1,3 milioni di tesserati e quasi 18mila associazioni sportive affiliate. La sola Lega Ciclismo locale, in un anno, è riuscita a portare i suoi iscritti da 1300 a 1500 circa, e questo grazie alla capacità di premiare l’inclusione e non l’esclusione dalla pratica sportiva, perché, come più volto ripetuto nel corso della serata, lo sport deve essere per tutti.

«Dati importanti – ha commentato Dall’Ovo – che danno il senso della grandezza di questa associazione, della quale siamo orgogliosi di fare parte. Un’associazione che da sempre ha scelto un modello di sport impregnato di valori». Ed è a partire da questi risultati che ora l’Uisp e in particolare la Lega Ciclismo guarda al futuro. «Il nostro gruppo deve prepararsi ad affrontare le prossime sfide che saranno sicuramente difficili – continua il presidente – soprattutto a causa di una carenza di risorse economiche. Occorre quindi essere disposti a mettersi in gioco, riuscendo a sfruttare al meglio le capacità di autogoverno e autofinanziamento. Per questo motivo risulteranno indispensabili le persone e il lavoro di squadra».

Secondo Dall’Ovo servirà innanzitutto la disponibilità, da parte delle società del settore ciclismo ad «aprire l’associazione a più persone possibili, aumentando il numero dei tesserati, per poter far crescere la grande famiglia dello sport, promuovendo l’uso della bicicletta per tutti». Per raggiungere questo traguardo bisogna continuare a impegnarsi nella realizzazione delle numerose manifestazioni promosse in questi anni, si pensi solo agli eventi di cicloturismo, gare amatoriali, mountain bike ed escursioni. Fra questi eventi grande rilievo, anche al di fuori dei confini regionali, hanno assunto il Gp Primavera e il GP D’Autunno, con una media gara che supera i 250 ciclisti.

I risultati sono stati commentati con soddisfazione anche dal presidente Uisp Parma, Enrica Montanini: «Penso che la nostra Lega Ciclismo sia un’eccellenza non solo locale, ma anche nazionale, come dimostrato dal livello qualitativo di manifestazioni realizzate. Come Uisp in generale, ma anche per il settore del ciclismo, uno degli obiettivi che vorrei vedere raggiunto è quello del coinvolgimento dei giovani che rappresentano idee nuove e innovazione». «In questo senso fra i settori che stanno crescendo e su cui occorre investire – ha concluso Montanini – c’è la mountain bike, alle cui iniziative, fra qualche anno, mi piacerebbe vedere partecipare sempre più ventenni e anche ragazzi più giovani».

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette