Published On: Mar, Ott 16th, 2012

Provincia, la scuola verso un nuovo equilibrio

Una scuola in divenire, che cerca un nuovo equilibrio dopo la riforma. Una scuola che ha attraversato e sta attraversando anni complessi, di mutamenti, di novità, di riorganizzazione, a fronte anche di un deciso assottigliamento delle risorse, e che rimane comunque in trincea, sul territorio, a garantire un servizio fondamentale, con un ruolo cruciale nella formazione non solo culturale ma anche civile e sociale di bimbi e ragazzi.

È la fotografia della realtà scolastica parmense scaturita dal tradizionale incontro annuale con i presidi, organizzato dalla Provincia con l’Ufficio scolastico territoriale e tenutosi quest’anno alla Badia di Torrechiara. “Un incontro ormai consueto con tutti i dirigenti della scuola pubblica e privata: lo facciamo all’inizio dell’anno per aggiornare la situazione. I dati presentati dalla dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Laura Gianferrari e da me inquadrano una scuola che cerca di trovare un nuovo equilibrio dopo la riforma: è questo che stiamo cercando di monitorare con attenzione, sia per quel che riguarda l’esito dei percorsi scolastici post riforma sia per quel che riguarda la corrispondenza del sistema proposto al territorio con le esigenze del territorio stesso”, ha commentato l’assessore provinciale alle Politiche scolastiche Giuseppe Romanini, che ha aggiunto: “Le novità sono tante. Non solo la riforma, ma anche l’istruzione e formazione professionale proposta dalla Regione, entrata in vigore solo due anni fa, l’istituzione degli its: tante realtà che vanno a regime in questo periodo, che è un periodo di cambiamento ma che può portare molti frutti al sistema se interpretato nel modo giusto. Ognuno deve dare il suo contributo in una logica di sistema. Questo i presidi lo stanno condividendo con le istituzioni”.

In mattinata, insieme all’assessore Romanini, sono intervenuti il sindaco di Langhirano Stefano Bovis, il presidente dell’Asapa Luigi Ughetti, la dirigente dell’Ufficio scolastico territoriale Laura Gianferrari e i relatori delle due sessioni previste: di “Edilizia scolastica: il difficile equilibrio tra necessità di adeguamenti e scarsità di risorse” hanno parlato Paola Cassinelli, responsabile dell’Ufficio Patrimonio della Provincia di Parma,Aristide Vitali, responsabile dell’Ufficio impianti, e Davide Rapacchi delServizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro dell’Ausl Parma; su “Tecnologie a scuola: quali scelte verso un sistema integrato” è invece intervenuto Daniele Barca, dirigente scolastico dell’Istituto comprensivo di Cadeo.Nel corso della giornata sono come sempre stati consegnati alcuni attestati a riconoscimento dell’impegno di dirigenti ora in pensione. Le pergamene sono andate all’ex dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale Armando Acri, a Gaspare Caramazza, ex preside dell’Istituto comprensivo Bocchi di Parma, e alla memoria di Nicola Nucci, indimenticato preside dell’Itis Leonardo da Vinci di Parma, scomparso poco meno di un anno fa (l’attestato è stato ritirato dalla moglie e dal figlio Giovanni).

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-12-20




Video Zerosette