di Brunella Arena

Tra patriottismi e difese del diverso, dichiarazioni e tentativi di dialogo, dal Centro Islamico di Parma arriva la voce serena di Farid Mansouri, il capo della comunità islamica che tiene a precisare di non essere “affatto meravigliato da quello che è successo” perchè, come già accennato dal dott. Mazzoni, “sono cose che accadono tranquillamente, la VII Giornata Parmense per il dialogo interreligioso è una giornata per conoscere i luoghi di culto e le realtà religiose presenti in città, si può scegliere liberamente e la visita è facoltativa, per noi la vicenda è spenta”.

Sottolineando la libertà individuale di compiere l’intero percorso in tutti i luoghi di culto o di visitarne solo alcuni, Farid fa un bilancio sul numero di visitatori spiegando come le visite siano state moltissime, non solo studenti ma anche membri di forum e associazioni, persone adulte, singoli cittadini, e di come la percentuale di “ospiti” sia cresciuta rispetto agli anni precedenti e come “la classe che non è venuta rappresenta lo 0,1% delle visite complessive” e esorta a non sollevare un problema che non c’è: “non bisogna dare dimensioni più grandi a quello che in realtà è successo. Il nostro bilancio è positivo, i locali sono sempre stati affollati e siamo contenti del risultato, il rifiuto di quella classe lo abbiamo interpretato come la volontà di andare da altre parti, non come odio o razzismo”.

Proprio riguardo alla motivazione addotta dagli studenti, la paura, il capo della comunità risponde sicuro che non può trattarsi di paura perchè “non ha senso, tutti i ragazzi hanno vicini di casa, compagni di scuola, o altro, musulmani, la paura non sta in un locale del centro islamico, i musulmani sono ovunque”. Nessun dubbio anche in merito ai rapporti con la città, migliorati negli anni con un’apertura da parte di istituzioni e organizzazioni cittadine, “c’è più contatto e collaborazione e i rapporti migliori li abbiamo avuti con la ex amministrazione, la nuova è ancora all’inizio ma ci ha fatto molto piacere che ci abbiano incontrati, è un buon segnale, vuol dire disponibilità ad andare avanti”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: