Published On: Lun, Ott 15th, 2012

Il 16 e il 17 Ottobre a Parma c’è Il “Gioco dell’Opera”: tutti a Windsor a burlarsi di Falstaff

Sull’onda del grande successo registrato nelle precedenti edizioni, il Teatro Regio di Parma rinnova la sua attenzione al pubblico dei giovanissimi con Il Regio per i più piccoli: Il Gioco dell’Operadedicato ai bambini dell’età prescolare Imparolopera progetto rivolto ai bambini e agli adolescenti delle scuole elementari e medie – I trucchi del mestiere – il laboratorio didattico, realizzato nell’ambito di Imparolopera e rivolto agli insegnanti delle scuole elementari. Il Regio per i più piccoli è realizzato con il sostegno di Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma, Fondazione Monte di Parma.

Il Gioco dell’Opera, porta in scena al Festival Verdi 2012, martedì 16 e mercoledì 17 ottobre 2012, con doppio spettacolo alle ore 9.30 e alle 10.45, il nuovo e originale adattamento della commedia lirica Falstaff: pupazzi, marionette, educ-attori, cantanti e musicisti faranno vivere ai più piccini, in un’esperienza unica e coinvolgente, la magia dell’opera nel segno della musica verdiana.

Concepito come un viaggio esclusivo alla scoperta del mondo del melodramma lo spettacolo è firmato dalla regia di Veronica Ambrosini che cura i testi e sarà interprete di Pistola al fianco di Simone Maverna (Falstaff), Massimilano Sacchetti (Sir Ford), Michele Zanichelli (Fenton e Bardolfo), Antonella Altieri (Meg e Nannetta) e Emanuela Dall’Aglio (Alice Ford). A interpretare arie e duetti dall’opera il soprano Giovanna Iacobelis e il tenore Dong Woen Woo, accompagnati al pianoforte da Simone Savina e coordinati da Donatella Saccardi.

“Nel preparare e realizzare Il Gioco dell’Opera non si può prescindere dall’età dei partecipanti e dalla loro capacità di attenzione, – scrive Veronica Ambrosini – ma neanche della grande occasione che si può dare loro, ovvero quella di vivere un’esperienza unica e indimenticabile, offrendo loro l’occasione di conoscere e sperimentare il potere narrativo della musica, la grandezza dei suoi “luoghi” e il mondo del teatro, la possibilità di diventare spettatori-protagonisti di un’opera in miniatura. È un modo per abituare i bambini allo spostamento del “punto di vista”, all’ascolto e all’educazione al sentire, intesi come particolare attenzione ai suoni e rumori della vita, una grande occasione per vivere un’esperienza emozionante e “sentimentale” importante: il melodramma, dove i piccoli spettatori possono ritrovare i grandi temi dell’animo umano rappresentati con serietà e semplicità”.

Il Gioco dell’Opera è realizzato in collaborazione con Il Castello dei burattini – Museo Giordano Ferrari, il Laboratorio creativo per bambini “Zazì” e il Comune di Parma – Assessorato alla Cultura.

Per informazioni: Teatro Regio di Parma tel. 0521 039357. Per prenotazioni: Castello dei Burattini tel. 0521 218873 – 218882

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette