di Giorgia Fieni
Se a tavola cambia la presentazione e la disposizione delle ricette classiche, cambia di conseguenza anche il locale in cui esse vengono servite. Il moderno irrompe infatti ovunque, nei locali di classe come in quelli accessibili a tutti. In ogni aeroporto sono arrivati bistrot di qualità che presentano proposte veloci e sfiziose; addirittura, al JFK di New York, è stato aperto il primo tapas bar.
Lo street food non offre più “cibo spazzatura” ma pietanze tradizionali di alta qualità in versione “da passeggio”; la comodità di essere disponibile a tutti gli orari, con servizio rapido e a prezzi accessibili, lo rende uno fra i cibi prediletti per il pranzo.
I bar, grazie alle licenze di panificazione, possono trasformarsi in forni e pasticcerie capaci di offrire colazioni più nutrienti, abbondanti e variegate.
Per non deludere nessuno, si sono moltiplicate anche friggitorie e trattorie dove si vendono prevalentemente carni e salumi, i prediletti dagli uomini, ma pure latterie, focaccerie e locali di cucina vegetariana, i preferiti dalle donne.
Ovviamente, con una tale concorrenza in giro, i ristoranti hanno dovuto adeguarsi. Ecco allora che le prenotazioni e il pagamento (in anticipo) sono comodamente effettuati on line; esiste uno schermo touch che non solo permette di fare l’ordinazione ma anche di leggere tutte le informazioni su calorie e presenza di eventuali allergeni ed il personale di sala si specializza nel fornire crêpes o aperitivi ad personam. Ma c’è chi osa molto di più: da qualche anno, nelle principali città d’Italia, è infatti in funzione il ristotram, usato pure in un film dal trio Aldo Giovanni e Giacomo per completare una scena di seduzione. La sua formula “informale” lo rende infatti l’ambientazione perfetta per una cena fra amici o un festeggiamento post-laurea o pre-matrimonio perché combina un pasto gustoso (e anche in questo caso di qualità e rispettoso delle esigenze dei commensali) con un giro turistico della città, alla ricerca degli angoli più belli da riscoprire. Un’opportunità che vale la pena cogliere.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: