Published On: Mar, Nov 20th, 2012

Colazione genuina: gli errori da evitare e gli abbinamenti migliori

Share This
Tags
di Elisa Cardinali
Fare una colazione adeguata è importante perché fornisce l’energia necessaria per affrontare tutte le attività della giornata, ma anche per dare quella sferzata necessaria al metabolismo per combattere i chili di troppo. L’omissione di questo pasto porta, soprattutto nei bambini, a cali di concentrazione e d’attenzione durante le ore scolastiche e, negli adulti, a picchi d’insulina che influenza l’accumulo del grasso corporeo. La maggior parte degli italiani è abituata a colazioni a base di cereali, brioche, merendine, torte e succhi di frutta che danno solamente la sensazione di riempire e di saziare ma, già dopo un’ora, a causa del loro rapido assorbimento, portano a situazioni d’ipoglicemia reattiva che ne fanno assumere nuovamente determinando l’instaurarsi di un circolo vizioso dal quale poi è difficile uscire. Per evitare queste situazioni la regola da seguire è introdurre già in questo pasto un po’ di proteine in modo da modulare la produzione dell’insulina e da assicurare un maggior senso di sazietà grazie al loro più lento assorbimento. Ma quali proteine è possibile assumere se si preferisce fare una colazione di tipo “dolce”? Certo, in questo caso le scelte non sono tantissime, ma qualche stratagemma esiste comunque come ad esempio optare per biscotti alla soia, oppure fette biscottate integrali farcite con ricotta anziché burro e marmellata, oppure se non riusciamo a rinunciare ai cereali, privilegiare quelli d’avena e arricchire il latte con un misurino di proteine in polvere, oppure sostituire il latte con uno yogurt greco che, rispetto a quelli classici a base di frutta o di cereali presenta una percentuale proteica di gran lunga superiore. Nel caso invece si prediliga il salato la scelta è sicuramente più ampia: un toast o un panino forniscono il giusto apporto proteico, ma anche una colazione a base di uova e prosciutto oppure uova e formaggio sono delle ottime soluzioni. Soprattutto nel caso della colazione dolce, ma per certi versi anche nel caso di quella salata se si è talmente bravi da sgrassare il prosciutto e da privilegiare gli albumi rispetto ai tuorli delle uova, per fornire la giusta dose di grassi è buona norma introdurre frutta secca come mandorle, noci, pinoli, anacardi e nocciole che contribuiscono a dare un buon senso di sazietà, forniscono quei grassi “buoni” Omega 3 utili per abbassare il colesterolo cattivo LDL e aumentare quello buono HDL, danno un buon apporto di minerali come magnesio e fosforo e contribuiscono a regolare il livello di zucchero nel sangue.

Info sull'Autore

Lascia un commento

XHTML: Puoi usare questi html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Leggi Zerosette online

Edizione dal 25-11 allo 08-11-20





Video Zerosette