WWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWWUn volantino giallo, firmato dall’Assessorato all’Ambiente e Ecologia di Brescia e distribuito alla popolazione, lancia l’allarme ambientale e prescrive misure precauzionali e comportamenti che i cittadini devono evitare per proteggere la propria salute e ridurre in questo modo i rischi legati ad una contaminazione.
Tra queste, non giocare in mezzo ai prati, non restare a contatto con il suolo, non sdraiarsi e non stazionare sui manti erbosi, non giocare con la terra e con i fiori, lavare accuratamente e regolarmente qualunque cosa sia stata a contatto con l’esterno.
L’Arpa ha infatti effettuato prelievi a 30 centimetri di profondità nel terreno in aree residenziali e verdi dove vivono 25mila persone, riscontrando concentrazioni di diossina e pcb centinaia di volte superiori ai limiti previsti dalla legge.
La pubblicazione del volantino è stata immediatamente commentata anche dal Comitato Gestione Corretta Rifiuti che ha sottolineato come sia frutto non di una associazione di “esagitati ambientalisti”, ma di Comune, Asl, di Arpa. I no termo locali, infine, hanno anche ricordato come nella città lombarda ci sia “l’inceneritore più grande d’Europa”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: