di Marcello Valentino

Tre milioni e 200mila sono i cittadini che al primo turno hanno sborsato 2 euro a testa per andare a votare alle primarie del centrosinistra. Un po’ meno al ballottaggio: grande prova di democrazia. Sì, ma perché pagare? Come se i partiti non prendessero già abbastanza soldi. La follia umana non ha limiti e c’è da chiedersi di chi sia la colpa di come siamo conciati. Adesso la risposta è qua, limpida come la più limpida acqua di fonte: nostra. Noi siamo la causa dei nostri disastri. Noi abbiamo voluto e vogliamo tutto questo. Per 65 anni abbiamo continuato a credere nella nostra classe politica e mentre loro rubavano e rubano ancora, noi continuiamo a credere che il debito pubblico non esista e se esiste qualcuno lo pagherà. Non ci siamo proprio, quel qualcuno siamo noi, ma la follia ci dice che qualcuno ci salverà. Le occasioni capitano se uno le sa cogliere: questa era un’occasione per una diserzione di massa e per dare un forte segnale. Macché, niente. Si vede che chi è andato a votare è contento di quello che fanno questi politici e allora, almeno questi, devono smettere di lamentarsi. Io non ne faccio parte, perché ormai credo in una sola cosa: la rivoluzione. E spero che molti altri la pensino come me.

Io non voglio convincervi di nulla se voi siete già convinti di quello che fate. Lungi da me farvi cambiare idea. Ma una domandina ve la faccio lo stesso: quale sistema immaginate possa nascere qualora Bersani dovesse fare il primo ministro? Forse vi augurate che tagli i finanziamenti pubblici ai partiti, o che vi dica dove mettono i soldi che prendono i partiti. O che aboliscano Equitalia? L’usura di Stato camuffata, tanto per dire che è Equitalia che commette questo reato, non lo Stato. Ma Equitalia chi rappresenta, se non lo Stato? Uno Stato che è il primo a commettere il reato di usura verso i cittadini in difficoltà. Che bell’aiuto! Se hai già poco ti tolgono anche quel poco che hai. Quindi è lo Stato stesso per primo che commette reato di usura. Quindi, quando Equitalia viene condannata per usura è lo Stato che viene condannato, alias usura di Stato. Questo Stato e questi politici sono tutti da mandare all’inferno. Popolo, svegliati e mascherati. Fin quando continuerai a farti morfinare da questo sistema non conterai mai niente. Ma dove vanno le montagne di miliardi delle  accise? Uno Stato che per prima ladra e poi usura, che Stato è? Uno Stato dove la giustizia sociale è una chimera, che Stato è? E voi pensate che Bersani o Renzi, Grillo o Berlusconi, o come cazzo si chiamano, riusciranno a cambiare tutto questo? Ci sono più possibilità di vincere un miliardo di euro al superenalotto. Vi aspettate forse che si dimezzino gli stipendi e aboliscano il finanziamento ai giornali, oppure che dicano alle banche che prendono i soldi dalla Bce allo 0.75% e li prestino, se li prestano agli imprenditori, al 15%.

E’ una roba da galera: così l’Italia peggiorerà sempre di più la sua situazione, cioè la nostra. Abbiamo già una montagna di cambiali nel cassetto, pensate in questo modo di non aggiungerne delle altre?

Fino a quando sborserete 2 euro per votare per questa gente, questa è l’Italia che vi meritate e i vostri figli si troveranno questo come eredità. E’ come se un mariuolo rubasse qualcosa ad un ladro: il ladro continuerà a restare ladro, il mariuolo rubacchiandogli qualche cosa continuerà a restare mariuolo e il conto lo pagherà chi arriverà.

Poveri noi, perché i poveri saremo sempre e solo noi. I ladri, quei ladri, siamo così cretini che li eleggiamo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: