Autosave-File vom d-lab2/3 der AgfaPhoto GmbH

di Arianna Torelli

Ogni opera d’arte nasce in un arco di tempo (In a time lapse), così come fanno le opere della natura evocate in ogni lavoro di Ludovico Einaudi, che ha fatto tappa al Regio di Parma con il suo tour mondiale che toccherà l’intera Europa, Stati Uniti, Canada e Asia. Figlio di una pianista che gli suonava Bach e Chopin e del noto editore Giulio, amico di Italo Calvino, il compositore torinese vive da sempre tra musica e letteratura, dove l’una trae ispirazione dall’altra per diventare poi priorità assoluta. Allievo di Luciano Berio e del Conservatorio Verdi di Milano, Einaudi ha il merito di aver avvicinato il grande publico alla musica classica contemporanea, grazie ad influenze jazz, rock, etniche e folk. Ma è anche grazie al cinema che, negli anni Novanta, è iniziata la sua sempre crescente notorietà: alcuni suoi brani sono inseriti nelle colonne sonore dei film “Aprile” di Nanni Moretti, “Luce dei miei occhi” di Giuseppe Piccioni, “Sotto Falso Nome” di Roberto Andò fino ai più recenti “This is England” di Shane Meadows e “Quasi amici-Intouchables” di Éric Toledano e Olivier Nakache, campione di incassi in Francia nel 2011. La sua ricerca sempre più sperimentale lo ha spinto in questo ultimo lavoro “In a time lapse”, uscito a gennaio 2013, a portare sul palcoscenico un ensemble di archi, percussioni ed elettronica, formato da una squadra di undici giovani musicisti, energici e virtuosi, della quale lui è allenatore e direttore senza bacchetta seduto al pianoforte. Nessuno strumento a fiato, bensì tanto respiro testimoniato dal battito cardiaco col quale si apre il suo spettacolo. Un concerto da auscultare oltre che da ascoltare in tutto il suo andamento ascendente. Poche chiacchiere col pubblico ma molto dialogo con gli strumenti, per dimostrare quanto la musica possa essere veicolo di comunicazione e quanto poco servano le parole per spiegare il libro del tempo. www.ludovicoeinaudi.it

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: