imgres

di Giada Bertini

L’Ente Nazionale Protezione Animali chiede che i quattro delfini di Gardaland non vengano consegnati all’acquario di Genova ma siano affidati all’associazione. “La scelta di destinare i quattro cetacei ad un’altra struttura di cattività non cambierebbe la loro condizione, – spiega il direttore scientifico E.N.P.A. Ilaria Ferri – e al momento, per quanto è a nostra conoscenza, anche la struttura di Genova non risponde ai minimi criteri di detenzione previsti dalle normative vigenti”.  Se, inoltre, la multinazionale che gestisce il parco tematico avesse realmente a cuore i diritti e la tutela degli animali, dovrebbe porre fine alla cattività di tutti gli esemplari detenuti nelle proprie strutture, in Italia e all’estero: privare della libertà un altro essere senziente è incompatibile con l’animalismo e, più in generale, con l’etica. E invece, come testimoniato dal sito web dell’Acquario di Roma, la stessa società che gestisce il Palablu di Gardaland, non solo non sembra intenzionata a dismettere le attività legate alla cattività, ma dovrebbe avere la gestione del futuro acquario di Roma la cui apertura è stata procrastinata ulteriormente. Prosegue Ilaria Ferri: “Temo che il vero motivo della chiusura della struttura sia determinato, non solo dalle nostre numerose denunce, ma anche dal fatto che questa non possiede i minimi requisiti richiesti dalla normativa vigente. Inoltre, il trasferimento dei delfini può essere ricondotto non tanto a un nobile fine, quanto alla inadeguatezza delle strutture, per ovviare alla quale sarebbero necessari ingenti investimenti. Investimenti sostenuti, invece, dall’Acquario di Genova grazie ai fondi pubblici, dove sono in via di ampliamento le vasche che ospitano i delfini”. “Tra l’altro – conclude il direttore scientifico E.N.P.A. – giova ricordare che proprio Gardaland, tra il 2000 e il 2001, era finita sotto accusa per la morte di quattro delfini”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: