images di Marcello Valentino

Grillo vuole eliminare tutti i vecchi politici. Monti vuole tassarci tutti, forse no, altrimenti non ci salviamo. Berlusconi vuole restituirci i nostri soldi, Bersani vuole smacchiarci tutti perché gli unici politici sono loro ed il Monte dei Paschi di Siena che, guarda caso, con 14 miliardi di buco, non fallisce e gliene danno altri 4 per salvarlo. Io cosa vi devo dire? Non mi fido più, nè dei politici, nè delle banche e non sto qui a dilungarmi sul perché. Questo lo sapete benissimo anche voi. I guai dove ci troviamo li hanno causati loro: politici e banchieri. E adesso si va. Andate di nuovo a votare. Io avrei una ricetta da proporvi. Una ricetta molto casalinga che ognuno di voi sa fare perché la vivete tutti i giorni. Che ricetta? Lo so, con tutto quelle che vi sono state propinate in questi anni, non avete più fiducia di niente e penserete: eccone un’altra. Beh, la mia ricetta è molto semplice e non c’è bisogno di mirabolanti esperti economici o di futuristici tecnici o professori che possono solo andare a fare in culo a se stessi. Qui si tratta, una volta per tutte, di dare a Cesare quel che è di Cesare. Bene, non ci siete ancora arrivati? Volete un aiutino? E vabbè. Alle cose più semplici non ci arriva mai nessuno. Cos’è l’Italia? Una nazione. Formata da cosa? Da tante regioni. Nelle regioni ci sono tante città, nelle città tanti comuni, nei comuni tanti abitanti, gli abitanti vivono nelle case. Chi amministra la casa? Le casalinghe. Ecco, la mia unica speranza la pongo nelle casalinghe che sono le migliori amministratrici del mondo. Sono le uniche che sanno far quadrare i bilanci con il tanto e con il poco. Adesso ditemi: quante casalinghe sono fallite in Italia? E chi ha più risparmi da parte? Le famiglie a cui tutti vogliono rubare quel poco che hanno messo via. Allora i ladri dove sono? Politici e banche i nostri nemici numero uno. In fondo cosa c’è da fare per far quadrare i conti? La prima regola è non rubare. La seconda non sprecare e comprare da chi ha dell’ottima merce al prezzo giusto in pieno e libero regime di concorrenza. Nessuna debolezza o favoritismi. A parità di qualità quello che costa meno: sprechi zero. Le casalinghe in questo sono maestre. O pensate che siamo meglio Berlusconi, Monti, Bersani ecc? I politici, tutti i politici, sono l’emblema delle ruberie e dello spreco. Io dico: abbasso i politici e viva le casalinghe. A molti di voi potrà sembrare una trovata, una delle tante sciocchezze che si sentono al bar. Intanto non frequento bar. Ma se pensate a chi ha amministrato l’Italia fino ad adesso e a cosa ha combinato forse vi si accenderà la lampadina. Che anche le casalinghe certamente avrebbero fatto meglio. In fondo, la Merkel cos’è se non una casalinga? Magari non bella, ma certamente oculata, anche se un po’ culona. Ma comunque una “casalinga” che fa filare Monti e tutta l’Europa nel modo in cui vedete. Vuoi vedere che l’idea non è niente male? Ma no, voi italiani, continuate pure a votare per Berlusconi, Monti, Grillo e Bersani: alla fine, scemo vota scemo e più scemi di così non si può. Viva le casalinghe!

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: